Comunicare con il mondo – il cavallo e il coaching


Progetto di formazione outdoor con la mediazione del cavallo – Leadership e comunicazione

Horse assisted coaching (coaching con l’assistenza del cavallo) Nell’era della globalizzazione e dei social network, sempre di più le aziende e le persone si trovano a comunicare in tante lingue diverse con culture differenti. Non c’è solo un aspetto di conoscenza della lingua straniera ma anche dell’ambiente e delle emozioni differenti che questo stimola. Attraverso il cavallo entriamo in contatto con le nostre emozioni, le riconosciamo e siamo in grado di viverle senza farcene travolgere, sviluppando una “competenza emozionale“. “Noi viviamo le nostre emozioni ma non siamo le nostre emozioni”: facendo nostro questo motto riusciremo a riconoscere e a vivere pienamente le nostre emozioni senza diventarne vittime. Le viviamo osservandole dall’esterno e non identificandoci con esse. L’esperienza mediata dal cavallo ci consentirà di sviluppare una maggior consapevolezza di noi,  una maggiore padronanza di noi, nonché motivazioni e abilità sociali ed empatiche che favoriranno lo sviluppo di competenze nell’ambito della leadership e della gestione dei gruppi. Il cavallo è un essere vivente dotato di una grande sensibilità, è capace di sentire ed interpretare ogni nostra azione e ogni nostra reazione emotiva: il contatto emotivo col cavallo permette di attivare la consapevolezza delle nostre emozioni e delle conseguenti nostre azioni. Infine entrare in comunicazione con un cavallo significa adattarsi al suo schema comunicativo, significa attivare i neuroni specchio. La comunicazione interspecie sarà allora da stimolo per sviluppare nuove competenze di leadership attraverso l’osservazione; questa dinamica ci porterà a sviluppare nuovi codici di comportamento per interagire in modo più efficace in un contesto aziendale e sociale in genere. Avere la possibilità di confrontarsi con esseri viventi diversi da noi, riuscire ad avvicinarli e  conquistarne la fiducia, affrontare e superare i problemi sia a livello individuale che di gruppo è una singolare esperienza da trasferire in ambito aziendale. È una formazione che passa attraverso una profonda consapevolezza emozionale. Inoltre è una formazione dove i partecipanti, interagendo coi cavalli, impareranno l’arte della comunicazione assertiva e della leadership. Imparare a guidare i cavalli aiuta anche a condurre le persone verso obiettivi prefissati. I cavalli diventano così metafore viventi per l’evoluzione personale e professionale, sia individuale che di gruppo. Managers, formatori, imprenditori potranno imparare da questa esperienza a gestire le situazioni di conflitto che derivano da confronti generazionali, da diversità culturali e di classi professionali e acquisiranno:

  • La capacità di riconoscere, vivere e lasciar scorrere le emozioni senza farsi sopraffare da esse.
  • La capacità di riconoscere ed affrontare i blocchi della mente e i sabotaggi interiori
  • La capacità di imparare a fidarsi degli altri e di se stessi.
  • La capacità di saper ascoltare e entrare in rapporto con la parte emozionale di noi e poi trasferire l’esperienza in contesto aziendale
  • La capacità di migliorare la capacità di comunicazione interpersonale e di ascolto attivo
  • La capacità di ritrovare ritmi di comunicazione più fisiologici e non improntati alla fretta

Gli interventi sono strutturati in piccoli gruppi (massimo 15 persone). Non è necessario saper cavalcare. L’attività verrà svolta a terra. Si alterneranno momenti di formazione interattiva con l’utilizzo di video e filmati a momenti di debriefing in team per acquisire la consapevolezza dell’esperienza effettuata. Successivamente saranno attivate 2 sessioni individuali di coaching di due ore ciascuna, a distanza di 3 settimane l’una dall’altra per colmare i gap delle proprie perfomance manageriali.

Clienti e referenze

clienti