SUN TZU. L’Arte della guerra riletto ad uso dei manager di Livio Buttignol


L’arte della Guerra è un manuale per il “generale/leader” d’eccellenza.

Scritto oltre 2500 anni fa, in un momento di aspra competizione politica e militare, l’Arte della Guerra è un manuale per il generale che aspira all’eccellenza.

A fare di quest’opera una pietra miliare sono alcuni suoi insegnamenti fontamentali: la razionalità lucida con cui esaminare i mezzi e i fini della strategia; la lungimiranza con cui valutare e adottare le dicisioni; l’adattabilità alle mutevoli condizioni dell’ambiente esterno.

L’Arte della Guerra è così divenuto punto di riferimento per tutti colo che vogliono imparare a vincere in ogni contesto, e in particolare per i manager chiamati a decidere le sorti delle imprese.

Il percorso di lettura riprende gli insegnamenti dello stratega cinese per applicarli con sorprendente pertinenza, alla luce di un’esperienza manageriale lunga e di alto livello come quella di Livio Buttignol. Ne emergono l’assoluta modernità di Sun Tzu e la sua vicinanza alle teorie manageriali e in particolare alla teoria dei sistemi di Ansoff.

Il teatro di guerra e la strategia militare come metafore dello scenario competitivo e della direzione d’impresa ispirano anche l’immaginario dialogo tra il maestro del IV secolo e von Clausewitz, portatori di due modi diversi di intendere il confronto tra i contendenti e gli obiettivi a cui il vincitore deve mirare.

Coaching corner: oggi parliamo di...
Clienti e referenze

clienti