Coaching nella sanità utile per migliorare la motivazione alla professione sanitaria

Coaching nella sanità


L’aumentata complessità del mondo sanitario costringe le strutture organizzative e aziendali a comprimere la piramide gerarchica distribuendo verso il basso responsabilità sempre maggiori. Si può dire che un team lavori bene quando i risultati che produce sono superiori a quelli che potrebbero essere prodotti dalla somma dei risultati prodotti dei singoli individui che lo compongono. Ma per essere a capo o membro di un team vincente – in grado di lavorare con efficacia ed efficienza – non basta volerlo: spesso gruppi apparentemente simili in termini di risorse (numerosità dei membri, competenze dei singoli, risorse economiche, obiettivi, ecc.) producono poi risultati ben diversi tra loro. Cosa fa la differenza? Cosa rende possibile il lavoro di un gruppo e cosa invece lo ostacola? Come è possibile facilitare e migliorare il lavoro di gruppo? Mantenere alto il livello di motivazione alla professione e al ruolo all’interno delle strutture organizzative è uno dei fattori chiave per il buon funzionamento. Per questo motivo è importante saper usufruire di momenti finalizzati all’analisi, al confronto e alla riflessione sulle problematiche di tipo organizzativo e relazionale, come ad esempio le equipe di reparto. Il coaching nel mondo sanitario viene rivolto sia ai ruoli sanitari, come Primari, Capi Dipartimento che a ruoli amministrativi, come Direttori Generali o Capi Sezione.

Clienti e referenze

clienti